Il ruolo delle emozioni nella comunicazione sociale. Il contributo delle neuroscienze e del Neuromarketing

Corso base per volontari

In collaborazione con logo iulm

INIZIO:
05 febbraio 2019
DURATA:
3 ore
ID:
Cod. 18049

DOCENTE:

INDIRIZZO

Ciessevi Milano - Piazza Castello, 3 Milano (MM Cairoli)   GUARDA LA MAPPA

CATEGORIA

Corsi , Milano
Aggiungi al Calendario 5 February 2019 Il ruolo delle emozioni nella comunicazione sociale. Il contributo delle neuroscienze e del Neuromarketing Ciessevi Milano - Piazza Castello, 3 Milano (MM Cairoli)

Premesse

Dagli anni Settanta in poi gli studi offerti dall’economia comportale e dalle neuroscienze hanno dimostrato che gli esseri umani, lungi dall’essere esclusivamente razionali, si lasciano guidare dalle dinamiche affettive nei processi decisionali, razionalizzando e giustificando con la ragione ciò che è stato in realtà scelto e preferito con l’emozione. Insomma “non siamo macchine pensanti che si emozionano, ma macchine emotive che pensano”. Ciò mette in seria discussione il modello razionalistico che ha caratterizzato lo studio dei donatori. Si tratta di un vero e proprio ribaltamento paradigmatico del modo di intendere e studiare il donatore che costringe gli esperti della comunicazione sociale a non servirsi più solo delle tecniche di indagine classiche, come le interviste, i focus group, i questionari per sviluppare strategie di marketing sociali efficaci. Questi strumenti, infatti, ci restituiscono un’informazione che non è relativa all’emozione, ma al pensiero rispetto all’emozione. Non a caso, già negli anni ’50, il più noto pubblicitario della storia del secolo scorso, David Ogilvy, scrisse che uno dei più grossi problemi nel campo delle ricerche di mercato è che “le persone non pensano ciò che sentono, non dicono ciò che pensano e soprattutto non fanno ciò che dicono”. Una frase che solleva una duplice questione, da una parte l’incapacità delle persone di essere pienamente “consapevoli” delle proprie reazioni di fronte alle stimolazioni ambientali e di consumo, e dall’altra, la difficoltà delle ricerche di mercato di individuare le motivazioni in grado di spiegare i comportamenti di consumo o addirittura di predirne la loro “direzione”.

In questo ambito il neuromarketing offre una serie di strategie e tecniche capaci di misurare direttamente, e senza l’intermediazione della razionalizzazione, il coinvolgimento emotivo provocato dalla proposte economiche o di dono cosi come dalla struttura di un sito e dalle immagini utilizzate, dai colori, oppure per misurare la capacità che hanno gli stimoli comunicativi e di marketing di attirare l’attenzione sulle attività di una ONG e facilitarne la memorizzazione. Il neuromarketing è, infatti, un nuovo campo di studio, nato dalla convergenza delle teorie di marketing, delle scoperte neuroscientifiche sul funzionamento del cervello, dell’economia comportamentale, che permette alle aziende di rendere molto più efficaci le soluzioni di marketing utilizzate per promuovere la propria missione.

Obiettivi

Definire il ruolo delle emozioni nei processi di comunicazione sociale

L’obiettivo del corso è di preparare i partecipanti a gestire la comunicazione sociale e a usare le tecniche di persuasione per il successo della contrattazione fondate sulle principali teorie neuroscientifiche.

Il corso intende offrire un’innovativa modalità di formazione in grado di esaltare le competenze comunicazione e marketing sociale.

Contenuti

  • Cosa sappiamo oggi del funzionamento cerebrale
  • I fondamenti della Consumer Neuroscience e i principi di Neuroselling (come vendere con la conoscenza del cervello) per la comunicazione sociale
  • Come creare un efficace Marketing Emozionale grazie alle Neuroscienze
  • Esiste una differenza di genere?
  • Cosa è il Priming e come utilizzarlo nel marketing sociale
  • La Misura delle Emozioni: dalle prime teorie alle principali tecnologie a confronto
  • I principi del Neuroselling
  • Adattarsi al cliente per ottenere il massimo dalla relazione di vendita
  • Le tipologie di clienti e il modello del 4 cervelli (cervello rosso, blu, giallo e verde)

Metodologia

Lezioni frontali con dibattiti e confronti in aula

Destinatari

Dai 10 a 30 volontari e aspiranti volontari interessati al tema

DATE: martedì 5 febbraio 2019
ORARI: 17,30 – 20,30.

Sede

Ciessevi Milano – Piazza Castello, 3 Milano (MM Cairoli)

Contributo iscrizione

In virtù dell’accordo tra IULM e Università del volontariato, le docenze pro-bono consentono a Ciessevi di proporre questo corso in modo totalmente gratuito

Vedi regolamento di accesso ai servizi sul sito.