La forza del lavoro di rete per rispondere ai problemi complessi

Corso avanzato per volontari

Le reti di secondo livello: coordinamenti, consulte, comitati….perchè dove e come realizzarli. Strade nuove per l’Italia
In collaborazione con logo movi

INIZIO:
08 maggio 2017
DURATA:
12 ore
ID:
Cod. 16504

DOCENTE:

INDIRIZZO

Ciessevi Milano - Piazza Castello, 3 Milano (MM Cairoli)   GUARDA LA MAPPA

CATEGORIA

Corsi , Milano

Programma

Introduzione:

La società si è trasformata e sta trasformandosi rapidamente: complessità e variabilità sembrano caratterizzare questo momento storico. Chi opera nel campo dei bisogni e delle attese sociali, dalla salute alla sicurezza, o dei beni comuni, dalla cultura all’ambiente si trova di fronte sempre più spesso ad esigenze e aspettative variegate e mutevoli che si possono sempre meno affrontare in modo parziale e strettamente specialistico, anche se dispone di strumenti e competenze sofisticati e collaudati.

Realtà complesse e mutevoli richiedono un approccio multidisciplinare ma coordinato, in altri termini un lavoro di rete. Ossia la costituzione di organismi permanenti o temporanei, territoriali o di ambito ma che costituiscono di fatto un secondo livello di organizzazione degli interventi. . Il secondo livello è fatto di Coordinamenti e collegamenti di Associazioni a livello territoriale e/o di settore, Case del volontariato, comitati regionali o provinciali di associazioni locali, consulte, rappresentanze i tavoli dei piani di zona e gruppi di vario genere. Reti, quindi a loro volta eventualmente federate o meno a livello regionale, nazionale o, perché no, anche internazionale.

Obiettivi

  • Comprendere l’importanza di un approccio di rete per trovare soluzioni alla complessità dei problemi emergenti e aumentare l’impatto in termini quantitativi e qualitativi (l’unione fa la forza)
  • Apprendere come organizzare e consolidare reti di secondo livello: coordinamenti, comitati, consulte, rappresentanze e gruppi in rete.
  • Leggere il ruolo delle reti di secondo livello alla luce della Riforma del Terzo settore.
  • Favorire lo scambio di esperienze e la conoscenza di testimonianze di reti già esistenti

Contenuti

  • Il contesto attuale e il ruolo della società civile impegnata non solo a “curare” ma anche a prevenire e difendere
  • Il lavoro di rete come evoluzione culturale per aprirsi alla collaborazione senza sacrificare le specificità
  • Configurazione delle reti di secondo livello, loro organizzazione e sviluppo innovativo
  • Come far nascere e consolidare coordinamenti, consulte, comitati, reti di secondo livello territoriali, di materia ecc.
  • Le reti di secondo livello e i rapporti con la base associativa: motivazione, animazione, coinvolgimento…
  • Le reti di secondo livello e i rapporti con le istituzioni: rappresentanza, collaborazione (sussidiarietà circolare)
  • Le reti di secondo livello secondo la riforma del terzo settore
  • Testimonianze di reti di secondo livello: presentazione delle principali tipologie d parte dei protagonisti

Metodologia

Lezioni frontali

Destinatari

Volontari e Dirigenti di associazioni siano interessati a creare reti di secondo livello o che già ne facciano parte.

DATE: lunedì  8 ,15, 22, 29 maggio 2017
ORARI: 17,30 – 20,30.

Docenti

Maurizio Ambrosini: Professore ordinario all’ Università Statale di Milano, cattedra di Sociologia delle migrazioni.
Ha all’ attivo numerose pubblicazioni

Gianpaolo Bonfanti: Presidente CVV.Docente e coordinatore dei percorsi e seminari sul tema dei beni comuni.

Gianluca Cantisani: Presidente MoVi.

Colli: membro del Comitato regionale Mo.Vi e formatore.

Luca Degani: Giurista. Vice Presidente UNEBA . Docente di legislazione e Politica sociale.

Graziamaria Dente: vice Presidente Ciessevi, Presidente ESAE.

Raffaele Mozzanica: Avvocato. Esperto in materia giuridica del Terzo settore.

ed  esperti sul tema lavoro di rete

Sede

Ciessevi Milano – Piazza Castello, 3 Milano (MM Cairoli)

Contributo iscrizione

Il corso è gratuito.